Altalena sabotata al parco giochi “Più sorveglianza”

Il Giornale di Vicenza, 19 Luglio 2017
È allarme per le manomissioni dei sedili all’altalena del parco giochi di via Po a Montebello.Nei giorni scorsi per ben due volte le viti che ancorano la tavoletta alle catene di sostegno della giostra sono state trovate sfilate.Una circostanza che per chi utilizza il gioco,come gli ignari bambini, può comportare il rischio di inaspettate quanto rovinose cadute a terra, specie quando il sedile è al culmine dell’alzata La prima volta ad accorgersi che qualcosa non era come doveva essere sono stati alcuni genitori venuti al parco “Baden Powell” per far giocare i propri bambini. Attirati dalle viti che ballavano, hanno prontamente segnalato il pericolo all’ufficio tecnico comunale che a sua volta ha provveduto a far eseguire le riparazioni e a rimettere in sicurezza la giostrina. Tutto quindi tornato alla normalità, senonché, soltanto nel gi- di qualche giorno, e questa volta da parte del personale addetto alla sorveglianza, alla stessa altalena è stato riscontrato l’identico problema, con l’allentamento delle viti. La coincidenza ha immediatamente destato delle preoccupazioni perché è stata considerata piuttosto difficile a verificarsi per ritenere l’accaduto del tutto fortuito. «Per allentare quelle viti non basta un qualsiasi cacciavite, ma ci vuole una speciale chiave fatta apposta, quindi non possono essersi tolte da sole e in così poco tempo. Viste le circostanze è difficile non avvertire il forte sospetto che si sia trattata dell’opera intenzionale di qualcuno che è andato a metterci le mani apposta, per compiere qualche bravata o per fare uno scherzo davvero di cattivo gusto», afferma l’assessore ai lavori pubblici, Sergio Maraschin, che ha fatto subito scattare anche un piano di prevenzione. «L’altalena è stata di nuovo riparata e ai sorveglianti che effettuano il servizio nell’area è stato chiesto di garantire un più stretto giro di controlli sullo stato delle giostre – spiega ancora l’assessore – per cui c’è già una maggior sicurezza ed episodi del genere, anche se dovessero ripetersi, non riuscirebbero a produrre gli effetti sperati. Chiediamo comunque a chi si serve delle giostre di assicurarsi di queste perché due occhi in più possono contribuire ad evitare che possa succedere qualcosa di spiacevole». Il parco giochi Baden Powell di via Po era già stato preso di mira in passato dai vandali che avevano compiuto danneggiamenti e imbrattamenti alle giostrine ed erano arrivate anche segnalazioni da parte dei residenti di persone presenti all’interno della struttura al di fuori degli orari di apertura al pubblico. Per far fronte anche a questo, l’amministrazione comunale nelle settimane scorse ha attivato il progetto “Sicurezza integrata” siglato con la società di vigilanza Rangers. I sorveglianti hanno l’incarico di garantire la sicurezza di chi utilizza il parco, segnalare alle forze dell’ordine eventuali episodi di danneggiamento e tutelare il patrimonio pubblico.