Birra ai bimbi nel parco giochi

Il Giornale Di Vicenza, 23 Settembre 2017
Giovanissimi già noti in paese. Il sindaco furibondo: «Ora basta. Saremo durissimi con loro L’area verde tornerà alle famiglie» Il parco Sebellin dov’è solita riunirsi una gang di adolescenti che importunano i più piccoli. CECCON Banda di ragazzi ubriachi al parco di Rossano offrono da bere alcolici ai bimbi e rispondono in malomodo ai genitori che tentano di allontanarli. Il sindaco mette in moto la macchina investigativa della polizia locale Ne.Vi per individuare con esattezza i colpevoli. «Non ammetto certi comportamenti, abbiamo già un’idea di chi potrebbero essere. La linea dell’Amministrazione nei loro confronti sarà durissima». L’ultimo episodio risale a giovedì, ma il gruppo di ragazzi, composto sia da italiani che da extracomunitari, in parte maggiorenni, è noto da tempo in paese, per gli atteggiamenti sopra le righe e le bravate commesse sotto l’effetto di alcol. Non erano mai arrivati, però, a tanto. Completamente ubriachi già a metà pomeriggio, i giovani hanno fermato alcuni bimbi che stavano giocando al parco per offrirgli da bere: “Bambino, vieni qui con noi a bere una birra”, sono state le parole rivolte a un piccolo l’altro giorno. Nei paraggi, ovviamente, c’era la madre che appena si è accorta della proposta al figlioletto è andata su tutte le furie, sgridando i ragazzini che, per tutta risposta l’hanno presa a male parole. Adesso il sindaco Morena Martini non ne può davvero più. «Insieme alla polizia locale stiamo facendo tutte le verifiche necessarie per dare un nome e un cognome a tutti i componenti della banda – spiega – Quando avremo i nomi, chiamerò i famigliari a rapporto e chiederò conto dell’atteggiamento dei figli. Quanto è avvenuto al parco è inaccettabile. Non la passeranno liscia. Pretenderò un maggior controllo anche da parte dei loro genitori. Il parco deve ritornare alle famiglie». Non solo. «Per aumentare la sicurezza dell’area verde abbiamo attivato anche i volontari della Protezione civile, che stanno organizzando turni di controllo – spiega Martini -. A questi si sommeranno le azioni di vigilanza della polizia locale e dei Rangers. Invito tutti i residenti a segnalare ogni altro episodio di disturbo, e quando possibile di documentarlo con materiale fotografico. Nel nostro Comune vige il divieto di vendere alcolici ai minori, chiedo a tutti i commercianti e ai gestori di bar di rispettarlo alla lettera».