Blitz nella ex sede dell´Enel. Trovati tredici romeni abusivi.

Il Giornale di Vicenza, 13 marzo 2012

L´ex sede dell´Enel che era stata occupata in modo abusivo. COLORFOTOIl controllo è scattato nel cuore della notte nella ex sede Enel di viale della Pace. Dentro c´erano tredici persone: tutti uomini, tutti sotto i 30 anni e di origine romena. Quando, svegliandosi, hanno visto che erano circondati da polizia e Rangers qualcuno ha tentato di scappare ma è stato inutile. Sono stati tutti bloccati, identificati e denunciati.Un altro caso di occupazione abusiva in città. Qualche giorno fa la polizia locale era intervenuta in viale Dal Verme. Era stato infatti scoperto che due villette, nelle quali i proprietari non abitano più da tempo, erano abitate da stranieri. Allora non era stato trovato nessuno, ma i segni della permanenza erano chiari: tra cumuli di sporcizia ed immondizie c´erano materassi, pentole, avanzi di cibo e vestiti.
L´altra notte, in viale Della Pace, gli agenti si sono trovati di fronte ad uno scenario del tutto analogo: nell´edificio regnava il degrado, i pavimenti erano quasi interamenti coperti da rifiuti di ogni sorta, i corridoi erano stati trasformati in servizi igienici improvvisati.Sparsi ovunque, poi, c´erano materassi logori su cui dormivano gli stranieri. Tutti sono stati identificati: due erano già stati segnalati dal prefetto perché non avevano mai provveduto all´iscrizione anagrafica, altri due, invece, erano cercati dalla polizia spagnola. Gli altri nove, che non sono risultati con precedenti sarebbero arrivati in Italia solo da poco. Tutti sono stati denunciati per occupazione abusiva. Da parte del questore Angelo Sanna inoltre, è scattata la segnalazione al sindaco Achille Variati che, come nel precedente episodio, emetterà un´ordinanza perché la società immobiliare bresciana proprietaria dell´edificio provveda a sgomberare immediatamente i fabbricati dagli abusivi e a bonificarli, tamponando ogni accesso per evitare nuove occupazioni. Non è la prima volta che l´ex sede dell´Enel viene occupata abusivamente da stranieri. L´ultimo blitz delle forze dell´ordine risale a qualche mese fa soltanto, quando erano stati trovati nove romeni. Anche negli anni scorsi i controlli erano stati frequenti e, quasi sempre, erano stati trovati senzatetto all´interno. L´operazione della notte scorsa, oltre agli agenti delle volanti, ha visto anche impegnate alcune pattuglie dei Rangers, società di servizi di sicurezza del Gruppo Battistolli. Un esempio concreto, dunque, di come il protocollo “Mille occhi sulla città” possa rendere più sicuro il territorio. Quattrocento guardie giurate arruolate per aiutare a sorvegliare Vicenza e i centri più popolosi: è questo l´accordo che aspira ad alimentare i progetti di “sicurezza partecipata” e che è stato firmato in prefettura al termine di un vertice del comitato per la sicurezza e l´ordine pubblico un mese fa. Aderiscono al protocollo d´intesa quattro tra i principali istituti di vigilanza privata attivi in provincia, i comuni di Vicenza, Bassano del Grappa, Schio, Arzignano, Montecchio Maggiore e, infine la Provincia.