Brucia una catasta di carta e dà fuoco anche a un’auto

Il Mattino di Padova, 11 Settembre 2015

Dà fuoco ai cartoni accatastati dai residenti accanto a un palo dell’Enel le fiamme si sprigionano danneggiando un’auto e il parapetto che costeggia il canale. Poteva avere conseguenze ben più gravi l’incendio che si è sviluppato nella notte tra mercoledì e ieri in via Pietro Cosma. L’allarme è scattato verso le 3. È stato il tempestivo intervento dei carabinieri della compagnia di Cittadella e dei vigili del fuoco a evitare che il rogo si propagasse. finire in manette è stato Ionut Ionescu, 21 anni, originario della Romania, residente a Camposampiero; il giovanissimo è già noto alle forze dell’or il 15 giugno il piromane aveva incendiato le bacheche che si trovano all’interno del presidio ospedaliero di Camposampiero. La scorsa notte è tornato in azione e i militari dell’Alta Padovana lo hanno arrestato per il reato di danneggiamento. Il ventunenne si trovava a pochi passi dalla struttura ospedaliera dell’Usl 15 quando improvvisamente senza particolari motivi – ha appiccato il fuoco ad alcuni cartoni disposti uno sopra all’altro e vicini ad un palo dell’illuminazione pubblica. In pochi istanti le fiamme sono divampate intaccando la carrozzeria di un’utilitaria in sosta, colando delle fioriere e danneggiando il traliccio in cemento oltre al parapetto a lato della carreggiata. È stato un ranger, in servizio all’ospedale di Camposampiero, trattenere il piromane fino all’arrivo della pattuglia dei carabinieri della locale stazione. Ai pompieri di Cittadella è toccato invece domare il fuoco per evitare che i danni fossero ben maggiori. Nessuno fortunatamente è dovuto ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso. Il ventunenne ieri mattina è stato sottoposto al rito direttissimo. Fino al giorno del processo dovrà presentarsi quotidianamente in caserma.