Fiamme dolose al club Casablanca locale distrutto, danni alla “Tre P”

La Tribuna di Treviso, 18 Giugno 2014

Un furioso incendio, probabilmente di origini dolose, ha distrutto l’altra notte l’interno del club privato Casablanca in via Meucci in zona industriale. Il fumo è pure entrato nella vicina sede della ditta Confezioni Tre P annerendo le pareti e provocando danni ad alcuni macchinari. Il Casablanca, che occupa una porzione di un capannone dove ci sono oltre alla Tre P altre attività, compresa la centrale di smistamento di Poste Italiane di Montebelluna, era chiuso e quindi nessuno si trovava all’interno quando si sono levate le fiamme. Apre solo nei finesettimana. Anche le attività adiacenti erano chiuse e quindi nessuno si è accorto di cosa stava accadendo. Fortunatamente è passata una guardia giurata dei Rangers del gruppo Battistolli che si è accorta del fumo che stava uscendo dal locale, ha dato l’allarme e sul posto sono accorsi i vigili del fuoco. Era l’una di notte quando è scattato l’allarme, le fiamme stavano già divorando l’interno. Fino alle 4 del mattino hanno lavorato le squadre dei vigili del fuoco di Montebelluna e Treviso prima di domare del tutto l’incendio ed evitare che il fuoco potesse estendersi alle attività adiacenti. Le cause? «Non le conosco, devono sapermi dire», risponde al telefono la titolare, «il locale era chiuso perché lo apriamo solo nel finesettimana. Per fortuna è passata la guardia giurata della Battistolli che ha visto il fumo e ha così potuto dare l’allarme e far intervenire i vigili del fuoco». Lo stesso vigilante che ha allertato il titolare della Confezioni Tre P, accorso a sua volta in via Meucci. C’è il forte sospetto che l’incendio sia doloso, sembrerebbe infatti che sia stata forzata una porta lasciata poi aperta in modo che le fiamme potessero alimentarsi. Così, dopo che è stato spento l’incendio, sono entrati in azione gli uomini della sezione giudiziaria dei vigili del fuoco per cercare la presenza di sostanze che potessero essere state utilizzate per far divampare velocemente l’incendio. Notevoli i danni riportati dal club privato, perché l’arredo interno è stato quasi completamente distrutto e i muri sono tutti anneriti. Nessuna lesione invece alle strutture dell’edificio. «Non so quantificare i danni», aggiunge la titolare, «l’interno è stato distrutto e non so quando riapriremo il locale». Periti al lavoro anche ala Conferzioni tre P per quantificare i danni riportati dalla ditta. Il Casablanca era salito alla ribalta della cronache anni fa quando si era scatenata una furiosa rissa tra extracomunitari che aveva provocato danni anche alle suppellettili del locale.