I ladri fanno il buco, poi scappano

Il Mattino di Padova, 6 Novembre 2012

Colpo sventato al supermercato Bennet grazie all’allarme e all’arrivo di guardie giurate e carabinieri
Ancora un “buco” al centro commerciale Megliadino. Nella notte scorsa una banda ha tentato di rubare la cassaforte del supermercato Bennet, creando un passaggio in una delle pareti del complesso commerciale. I ladri sono entrati intorno ale 23,15 all’interno dell’area cantierata del centro (dove sta per essere realizzato l’ampliamento della struttura). Hanno individuato la parete che dà sulla cassaforte del supermarket e hanno cominciato a lavorare per creare una breccia sul muro. Per farlo hanno probabilmente utilizzato un piccone o una piccozza. Alla fine i malviventi sono riusciti a realizzare un foro largo e lungo un metro, quanto basta per entrare nelle sale del centro commerciale. L’opera della banda è stata però interrotta dall’allarme e dall’arrivo delle guardie di vigilanza della Rangers-Battistolli (una si trovava a Megliadino San Vitale, quindi a pochi chilometri dal misfatto) e dei carabinieri della compagnia atestina. Il colpo è andato dunque a vuoto. Quando le forze dell’ordine sono giunte davanti alla breccia, i ladri si erano già dileguati attraverso i campi, senza peraltro lasciare nemmeno i propri arnesi da scasso e demolizione. Ieri mattina si è provveduto a chiudere il buco nella parete, senza alcun disagio per i clienti del centro commerciale, che nemmeno si sono accorti del raid notturno. La banda ha agito con grande puntualità: esattamente un anno fa – era il 21 novembre – fece infatti scalpore l’assalto che mandò in briciole un intero muro. In quel caso fu usato un piccolo escavatore con braccio telescopico, adoperato poi come ariete per sfondare la parete. Con dell’esplosivo venne quindi fatta saltare la cassaforte. A differenza dell’altra notte, allora il colpo fruttò ai ladri un bottino di 40 mila euro