I ladri fanno shopping al Leclerc razziati telefonini e supertablet

La Tribuna di Treviso, 17 Febbraio 2014

I banditi sono entrati in azione a notte fonda e sono penetrati nell’iper dopo aver forzato l’ingresso Gli inquirenti stanno visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza sistemate nella zona Una porta di sicurezza forzata, forse con un piede di porco, poi l’irruzione nel centro commerciale E.Leclerc del Tiziano e la razzia, praticamente indisturbata, tra gli scaffali dei prodotti di telefonia e informatica. Ecco quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica quando i ladri sono entrati in azione incuranti delle telecamere di sicurezza e delle ronde delle forze dell’ordine ma anche della vigilanza privata. Il colpo è stato messo in atto dopo l’una di notte. I ladri, probabilmente più di due, sono arrivati quasi certamente a piedi, lasciando la macchina poco distante per garantirsi la fuga. Poi hanno lavorato per forzare l’ingresso del centro commerciale e non appena dentro si sono diretti subito verso i banchi delle telefonia. Lì, secondo la denuncia raccolta in piena notte dai carabinieri, hanno iniziato a fare shopping di telefonini, caricabatterie, tablet e altri gadget o strumenti multimediali con na rapidità incredibile, ed una volta servitisi, hanno imboccato la porta che avevano forzato fuggendo nella notte. A dare l’allarme una pattuglia del Rangers, la vigilanza privava a cui è affidato l’edificio, arrivata sul posto alle tre di notte, quando ormai però i ladri erano già fuggiti lasciandosi alle spalle i segni della razzia. Da lì la telefonata ai carabinieri che sono arrivati con due pattuglie ma non hanno potuto far altro che provare a fare una prima stima dei danni cercando al contempo di rilevare eventuali tracce dei banditi. Sono stati ripresi dalle telecamere a circuito chiuso? Probabilmente si. Ma resta l’incognita dell’allarme, «scattato» secondo l’azienda, che poteva forse impedire la razzia ma a quanto pare non è bastato. «La conta dei danni non è ancora stata fatta», spiegavano ieri pomeriggio dalla direzione del Leclerc dove in mattinata i responsabili della struttura e del reparto hanno iniziato l’inventario della marce mancante tra gli scaffali semivuoti. «Stiamo ancora quantificando l’entità del colpo», che comunque si stima in varie migliaia di euro. Ora si cerca di capire se le videocamere di sicurezza nei pressi del market e all’interno del centro commerciale abbiano inquadrato i malviventi ma soprattutto qualche dettaglio utile a identificarli o inquadrare i mezzi usati per avvicinarsi e fuggire dal supermercato. Sul caso stanno indagando i carabinieri che hanno effettuato rilievi fino all’alba e stanno già lavorando per recuperare immagini utili. Comprensibili i disagi ieri all’interno del centro commerciale dove si è fatto subito il possibile per evitare di presentarsi impreparati davanti al via vai dei clienti che già al mattino hanno iniziato a girare tra supermercato e vetrine del noto centro.