Il fiuto del segugio Lupin non sbaglia Ranger cattura un ricercato dall’Interpol

Il Corriere del Veneto – Padova, 22 Ottobre 2013

È merito del suo cane Lupin se nella notte tra domenica e lunedì una guardia giurata dei Rangers di Battistolli ha scoperto un tunisino con un mandato di cattura dell’Interpol. Tutto è avvenuto intorno a mezzanotte e mezza, quando il cane, addestrato alla difesa, ha fiutato una insolita presenza dentro alla palazzina di Neurochirurgia. L’uomo, appena scoperto si è dato alla fuga. L’agente ha subito dato l’allarme alla centrale operativa e alla polizia, mentre il cane ha iniziato a rincorrere il fuggitivo. Dopo qualche minuto, il tutto si è concluso con il fermo dell’uomo, scoperto dal cane nascosto dietro ad un auto, nel parcheggio della stessa palazzina. L’uomo è stato infine accompagnato di forza in questura, ma evidentemente non si era ancora dato per vinto. Così nell’entrare ha sferrato un pugno al collo di un’altra guardia giurata (nel frattempo arrivata in aiuto) per tentare nuovamente la fuga. Il tutto si è concluso con l’arresto del nordafricano per resistenza a pubblico ufficiale e perché, si è scoperto più tardi attraverso il confronto delle impronte digitali, ricercato per diversi reati con un mandato di cattura dell’Interpol.