L’auto come ariete Razzia di vestiti in corso Fogazzaro

Il Giornale di Vicenza, 2 Febbraio 2017
Sono arrivati in due,a bordo di una monovolume Volkswagen,in corso Fogazzaro intorno alle 21.50 L’obiettivo dei banditi era il negozio di abbigliamento di Giamberto Bedin al civico 22 della strada.Per mettere a segno la spaccata i malviventi hanno lanciato l’auto dopo avere innestato la retromarcia,contro la vetrina della boutique mandandola in frantumi. quel punto, dopo essere entrati nello store, hanno caricato sul bagagliaio rimasto aperto tutti i vestiti che sono riusciti ad arraffare. Il blitz, ripreso anche dal balcone di un palazzo, è durato una manciata di secondi. Poi i malviventi sono fuggiti in direzione porta Santa Croce. A intervenire sul posto, nell’arco di pochi minuti, sono stati sia gli agenti delle volanti sia i carabinieri. Le forze dell’ordine oltre a inseguire i malvienti, hanno chiamato il titolare della boutique per spiegare quanto accaduto. La macchina usata per il colpo, assieme a tutta la refurtiva, è stata recuperata dalle volanti in via Puccini già in tarda serata, mentre gli investigatori hanno proseguito la ricerca dei due ladri. In corso Fogazzaro sono quindi intervenuti anche gli investigatori della polizia scientifica per cercare di recuperare ogni traccia possibile in grado di riuscire a individuare gli autori del blitz. Dai primi accertamenti la monovolume, usata come ariete per sfondare la vetrina, sarebbe risultata oggetto di un furto. Il negozio di abbigliamento di Giamberto Bedin non è la prima volta a essere preso come bersaglio da parte dei malviventi. Un’altra spaccata era stata messa a segno a fine settembre 2013. In quella circostanza però il colpo avvenne nella notte e quindi i ladri avevano agito praticamente indisturbati. Questa volta, invece, l’irruzione è avvenuta quando lungo la strada si trovavano anche delle persone. Da qui, dunque, la repentinità dell’azione e anche della fuga accelerata dall’arrivo di polizia e carabinieri che si sono precipitati in corso Fogazzaro subito dopo avere ricevuto l’allarme lanciato dai residenti e dai passanti. A vigilare sul negozio squarciato dall’auto nella notte sono rimasti i vigilantes dei Ranger