Minorenni rubano i vestiti: per scappare li nascondono in officina

VeneziaToday, 27 Settembre 2015

Due ragazze sono state sorprese da un addetto alla vigilanza e dai carabinieri sul retro della Nave de Vero. Hanno cercato di farla franca Ormai pensavano di averla fatta franca, ma non avevano calcolato a dovere il sistema di videosorveglianza della Nave de Vero. Due minorenni sono finite nei guai nel tardo pomeriggio di giovedì nel centro commerciale di Marghera, cercando di salvarsi in extremis dall’arrivo dei carabinieri nascondendo alcuni indumenti trafugati dal negozio Stradivarius in una vicina officina di via Gloria, sul retro del tempio dello shopping. Naturalmente per loro il pomeriggio si è rivelato ben più lungo di quanto avevano preventivato, con alla fine l’arrivo anche dei genitori nella caserma della città giardino. Le giovani, minorenni, una italiana l’altra di origini romene, sono state sorprese dal titolare dell’officina mentre si erano intrufolate nella sua attività, nascondendo i vestiti tra gli pneumatici. Conscie che non ci sarebbe stato altro modo di evitare guai se non disfandosi in qualche modo della refurtiva. A incastrarle un addetto della vigilanza dei Rangers, che poco prima delle 16.30 è stato avvertito del furto appena avvenuto all’interno del negozio. Attraverso le telecamere è stato possibile ottenere subito una descrizione fisica delle due taccheggiatrici, riprese mentre si allontanavano alla chetichella camminando veloci percorrendo la strada sul retro della Nave De Vero. A quel punto la guardia giurata ferma anche una pattuglia dei carabinieri di passaggio, i cui agenti si mettono anche loro a caccia delle ladre. All’arrivo della segnalazione del titolare dell’officina il cerchio si chiude: le due minorenni vengono portate in caserma e al termine degli accertamenti denunciate per furto aggravato in concorso. A quanto pare non troppo preoccupate di avere la fedina penale sporcata da una macchia piuttosto preoccupante. Arrivati i genitori, se ne sarebbero tornate a casa “quasi” come niente fosse.