I nonni vigili dalle scuole al controllo dei parchi

Il Gazzettino – Padova, 21 Settembre 2016
Il comune di Noventa Padovana pronto a giocare al «raddoppio» con i nonni vigile. A breve non li vedremo più soltanto nei pressi degli istituti scolastici impegnati a far attraversare la strada a genitori e alunni, ma anche a vigilanza dei parchi pubblici. A Noventa sono una decina le aree verdi dotate di giochi per bambini e panchine per trascorrere momenti di riposo all’aria aperta. L’idea era già nell’aria da tempo. Dopo gli ultimi episodi di vandalismo riscontrati nell’area verde di via Salata, il Comune è intenzionato a posizionarli in pianta stabile durante gli orari giornalieri a tutela di tutti coloro che al parco desiderano trascorrere qualche ora di relax e soprattutto in un luogo sicuro. È naturale che un nonno vigile non ricoprirà il compito di tutore dell’ordine, ma nel caso dovesse imbattersi in situazioni poco piacevoli, avrà la facoltà di chiamare i numeri d’emergenza per chiedere l’intervento di polizia locale o carabinieri. Il progetto dovrebbe partire a breve e potrebbe davvero ottenere il risultato auspicato. Il Comune, infatti, vuole dare un segnale forte a tutti coloro che utilizzano spazi pubblici per compiere reati. Il problema delle aree verdi non è solo diurno, ma anche e soprattutto notturno. Per questo motivo l’amministrazione comunale ha intenzione di assegnare alla vigilanza privata dei Rangers il compito di chiudere i luoghi d’aggregazione. Già oggi i Rangers stanno pattugliando il territorio di notte a difesa delle strutture pubbliche – scuole, municipio e parchi – ma in futuro potrebbe esserci un’attenzione ancor maggiore proprio sui parchi. A tutela del decoro urbano e dell’ordine pubblico, infine, riscuote un’importanza basilare la cittadinanza, che è invitata a mettersi in contatto con le forze dell’ordine in caso di emergenza e di concrete situazioni di pericolo in atto. Negli ultimi tempi, infatti, sono ripresi in maniera preoccupante soprattutto nella frazione di Oltrebrenta, i furti in abitazione e ai danni di attività commerciali. Un fenomeno sul quale le forze dell’ordine si stanno concentrando per tentare di debellare sul nascere l’emergenza.