Parchi e giardini sotto sorveglianza Palazzo Marino vara il piano estivo

Il Giorno, 29 Maggio 2017
Controlli in 9 polmoni verdi nel weekend e in altre 200 aree in settimana. Necessario prevenire i bivacchi, il disturbo alla quiete pubblica l’abuso di alcol e il commercio abusivo– L’OBIETTIVO DICHIARATO– Nonedi – MILANO – UN PIANO per sorvegliare i parchi e i giardini della città. Lo ha messo a punto l’assessorato comunale alla Sicurezza di Carmela Rozza, durerà fino a settembre ed avrà carattere sperimentale. Sotto osservazione sono finite 200 aree verdi, dislocate in tutte le nove Zone della città, e nove parchi: il Cassinis, il Trenno, il Testori, il Lambro, l’Alessandrini, il Trevi, il Forlanini, il parco Delle Cave e quello di piazzale Cuoco. La mappa dei siti da tenere particolarmente sott’occhio è stata costruita insieme ai nove Municipi, che hanno indicato di volta in volta le zone a detta loro più critiche e problematiche. PER QUANTO RIGUARDA le aree verdi, i controlli scatteranno tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 20, con due pattuglie di tre agenti della polizia locale per ogni Municipio e per ognuno dei due turni previsti. «Per il fine settimana – si legge nel piano -, secondo le esigenze di servizio e le risorse umane disponibili si cercherà di costituire un’aliquota che provvederà al controllo delle aree verdi». Il progetto prevede una statistica giornaliera che sarà trasmessa dai comandi decentrati della polizia locale al comando centrale con gli esiti dei controlli effettuati e le criticità emerse. Settimanalmente sarà poi predisposto un report che contiene tutti i dati distinti per singola municipalità dei sopralluoghi effettuati la settimana precedente e, anche in questo caso, come ovvio, sarà inviato al comando di piazza Beccaria e agli uffici dell’assessorato comunale alla Sicurezza. PER QUANTO RIGUARDA invece i parchi, i controlli saranno al sabato e alla domenica, dalle 7 alle 24, con l’impiego di 86 uomini e il coinvolgimento anche delle Guardie Ecologiche Volontarie e dei Rangers. Quest’ultimi saranno coinvolti solo al Parco delle Cave e solo la domenica mentre le Guardie Ecologiche presidieranno per l’esattezza tre polmoni verdi: il Trenno, il Lambro e il Forlanini. Non è finita. Al parco Trevi i controlli saranno effettuati anche al venerdì, dalle 15 alla mezzanotte, in ossequio alle segnalazioni e alle richieste pervenute dal Municipio. «L’OBIETTIVO del servizio – si legge sempre nel piano della Direzione Sicurezza Urbana di Palazzo Marino – è finalizzato alla prevenzione di comportamenti che limitino la fruibilità di spazi comuni alla generalità dei cittadini quali bivacchi, disturbi alla quiete pubblica, accensione di fuochi, abuso di sostanze alcoliche, commercio abusivo, danneggiamento a strutture pubbliche». Un problema, quello dei bivacchi nei parchi e del disturbo della quiete pubblica che si acuisce notevolmente con l’arrivo della bella stagione e spesso e volentieri ha creato tensioni tra i residenti e gli avventori dei parchi.