Piotto: «Noi, primi nell’Alta L’esperienza verrà ripetuta»

Il Gazzettino – Vicenza, 4 Giugno 2014

«C’è la consapevolezza di una maggiore tutela del territorio da parte dei cittadini e con tutta probabilità andremo a riproporre il servizio». Parole del neo sindaco di Fontaniva Lorenzo Piotto. Il comune, primo nell’Alta Padovana, ad aver attuato un progetto sperimentale di tre mesi, da aprile a giugno, di vigilanza del territorio attraverso una convenzione con un istituto di sicurezza privato, nel caso specifico i Rangers. Quartieri, edifici e spazi pubblici, controllati nelle ore notturne, sette giorni su sette, da un agente privato. «Questa azione ha una forte valenza di deterrenza – continua il primo cittadino – ed ha un impatto importante sulla sicurezza del territorio senza sovrapporsi ovviamente con il lavoro di carabinieri e polizia locale». L’incidenza sul bilancio comunale è molto bassa mentre sono aumentate le richieste di servizi di controllo ulteriori da parte di famiglie. «Per ora è impossibile fare un confronto tra il prima e il dopo – spiega il sindaco – non sono però a conoscenza di episodi particolari che siano avvenuti durante i due mesi di servizio sperimentale». Servizio che non va a sostituire – è doveroso chiarirlo – l’azione professionale di forze dell’ordine e polizia locale, ma si integra. E rimanendo in tema di sicurezza, Piotto preannuncia: «A breve approveremo il bilancio. È allo studio una polizza integrativa di quella del Distretto di polizia locale, per una maggiore tutela nel caso si verificassero furti in abitazione». Sull’esperienza che sta maturando la municiaplità di Fontaniva si potrebbero quindi via via aggregare altri comuni come sta avvenendo per Cittadella. Rimane essenziale la collaborazione dei residenti. L’attenzione e la tempestiva segnalazione di eventuali persone o veicoli sospetti non comporta nessun rischio.