Rapinatore mancato preso nella “bussola”

Il Gazzettino – Treviso, 19 Ottobre 2013

Momenti di tensione ieri mattina a Resana allo sportello della Banca Popolare di Vicenza in via Castellana. Un uomo con una grossa borsa in mano ha tentato di entrare in banca, ma è rimasto bloccato nella bussola d’ingresso a causa dell’allarme che scatta quando il sensore avverte la presenza di oggetti metallici. Intrappolato tra le due porte, l’uomo ha spiegato di essere un finanziere, solo che non poteva dimostrarlo perchè senza documenti. La spiegazione non ha convinto gli addetti che, consigliati dalla centrale operativa dei Ranger, hanno composto il 117, il numero della Guardia di Finanza. L’operatore ha confermato che nessun agente stava entrando in quella banca, smascherando di fatto il mancato bandito, trattenuto nella bussola fino all’arrivo dei carabinieri. Una volta sul posto i militari hanno preso in consegna l’uomo risultato dai controlli nella banca dati già noto alle forze dell’ordine per precedenti episodi. È stato quindi portato in caserma per l’identificazione di rito e successivamente affidato ai servizi sociali anche in considerazione delle sue non precarie condizioni psichiche.