Refurtiva in borsa, bloccata alla cassa della Coop

Roma, 5 marzo – Coop di Via Franceschini, una ragazza di origine romene si avvina alla cassa per pagare un’unica bottiglia di Coca Cola, appoggiandola sul nastro trasportatore. Tiene la propria borsa stranamente stretta, tanto da insospettire una GPG impegnata nel servizio di vigilanza nel punto vendita. Il Rangers, senza farsi notare, si avvicina per controllare il contenuto della borsa e si accorge che dall’interno spuntano alcuni prodotti volutamente occultati.
Attende che la ragazza finisca il pagamento, la blocca e fa scattare l’allarme, invitandola a svuotarne il contenuto. Peculiare la refurtiva: 16 confezioni di lamette Gillette, per un totale di circa 245 euro.
Viene avvisato il Caponegozi responsabile che, di comune accordo con la GPG, decide di far pagare alla giovane tutte le confezioni per le quali ha disponibilità economica: 14 pacchetti, per un totale di 214 euro.