Sbandati in stazione dei bus: al via le ronde

Il Giornale di Vicenza (21/08/18)

Svt ha deciso di avviare un servizio di vigilanza affidandosi ai per un mese: controlli all’interno della sala d’attesa e nel parcheggio. Un occhio in più, anzi due occhi in più, per rendere più«decorosa»la stazione degli autobus. Sbandati che si siedono all’entrata ostacolando l’ingresso, senzatetto che utilizzano durante il giorno la sala d’attesa come dormitorio e ancora segnalazioni da parte di utenti di situazioni di «degrado».

Una lista di episodi troppo lunga che ha spinto Svt a incrementare, per il momento in via sperimentale, la sorveglianza. Si potrebbe definire il primo presidio fisso della zona di Campo Marzo, considerato che da sabato 18 agosto e fino al 16 settembre una guardia giurata armata controllerà i locali interni e il parcheggio sette giorni su sette,con possibilità, in caso di necessità, di affidarsi a una pattuglia.

L’OBIETTIVO L’incarico è stato affidato nei giorni scorsi dalla società che gestisce il servizio di trasporto pubblico alla ditta Rangers,  che già esegue l’attività di controllo degli immobili di proprietà del Comune.«Il fine ultimo spiega la presidente della Provincia, Maria Cristina Franco – è quello di far apprezzare il servizio. Si tratta di un’iniziativa molto positiva della quale abbiamo parlato a lungo con l’azienda Dobbiamo tutelare le categorie che si sentono più deboli. Molti passeggeri hanno paura o provano un senso di disagio in determinate situazioni; quindi il nostro obiettivo è far sì che ci sia prima di tutto sicurezza e decoro. Non è giusto che una persona non si possa sedere perché le sedie sono occupate da chi utilizza la sala d’attesa come dormitorio».

L’INCARICO Ed è proprio questo uno dei primi compiti che è stato affidato alla società Rangers. La guardia giurata armata dovrà mettersi a servizio dell’utenza ma anche degli operatori Svt.«La ronda a piedi – spiegano dall’azienda – sarà effettuata all’interno e all’esterno della struttura,dove si trova il parcheggio,ma non dalla parte di viale Milano che è zona pubblica». Sotto la lente,come anticipato, la biglietteria «con l’ingresso che spesso è occupato da sbandati»e in particolare la sala di attesa «dove più di qualche volta ci sono clochard che dormono sulle sedie. Nostro compito è quello di invitarli,con gentilezza e pazienza,ad allontanarsi da lì, perché la stanza è riservata a chi deve prendere l’autobus. L’operatore in servizio tutti i giorni dalle 12 alle 19.15 «può inoltre avvalersi di una pattuglia di supporto in caso di problemi. Si tratta di un servizio preventivo».

IL PRECEDENTE.Anche il Comune lo scorso anno aveva deciso di affidarsi alle guardie giurate per controllare alcune zone della città nelle quali si erano riscontrati problemi.Il servizio,però, non è stato prorogato dopo il cambio di amministrazione.