Scatta l’allarme in fonderia. La Rangers interviene in 1 minuto e 30 secondi

Sovizzo (VI), 15 settembre – È l’una di notte quando dal perimetro della fonderia G.S.A. scatta l’allarme. Una banda di ladri, attrezzata con cesoie e piccone, ha superato il portone principale e si è introdotta nel perimetro dell’azienda.

Incuranti delle telecamere e convinti di poter portare a termine il colpo in pochissimi minuti, cominciano a svuotare dei barili contenti Niobio, un metallo nobile dal valore di circa 40 euro al kg. Lo versano in 3 sacchi distinti e lo caricano in spalla, senza poca fatica, pronti a lasciare la fonderia.

Ma dalla Centrale Operativa della Rangers parte velocemente la segnalazione alle pattuglie in zona e ai Carabinieri di Sovizzo. 1 minuto e 30 secondi: è il tempo impiegato dalla prima GPG per raggiungere il sito e cogliere i malviventi intenti alla fuga con il bottino.
Scatta l’inseguimento.

I ladri, ovviamente appesantiti dall’ingombrante refurtiva, decidono di abbandonare il prezioso metallo, recuperare le biciclette posizionate sul retro dell’azienda e scappare nei campi retrostanti, dileguandosi nella notte.

Giunte sul posto altre pattuglie della Rangers e la Radiomobile dei Carabinieri, si provvedeva al controllo del perimetro e ad informare il titolare della G.S.A del tentato furto di 100 kg di Niobio, del valore complessivo di circa 4000 euro.