Spaccata nell´autosalone Messi in fuga dall´allarme

Il Giornale di Vicenza, 5 Gennaio 2014

Malavita di nuovo in azione contro un esercizio commerciale in città. Stavolta il colpo non è andato fortunatamente in porto ma anche i malviventi hanno provocato danni rilevanti, spaccando una vetrata. È accaduto l´altra sera alle 22, quando nella sede della Toyota Autodue di via Cellini, a Ca´ Baroncello, della quale è titolare la famiglia Vidale, alcuni sconosciuti si sono aperti un varco con l´intenzione di portare via delle auto. L´allarme, collegato alla centrale dei Rangers le cui pattuglie sono arrivati sul posto nel giro di pochi minuti, ha costretto i malviventi a fuggire. Non sono riusciti a rubare nulla nemmeno frugando in tutta fretta nei cassetti delle scrivanie degli impiegati. I ladri, per entrare nella concessionaria, hanno divelto una parte della vetrata che dà accesso al salone dell´esposizione, con l´obiettivo evidente di mettere le mani su qualche vettura. L´allarme li ha però costretti alla fuga. Per abbattere la vetrata, almeno secondo i primi accertamenti, i banditi avrebbero applicato delle ventose alla superficie, legandole poi con delle funi ad un´auto utilizzata come tirante. La vetrata è stata letteralmente strappata dagli infissi e si è frantumata al suolo. Un lavoro vano perché l´allarme è scattato subito e il pronto intervento della sorveglianza della Battistolli ha costretto la banda a fuggire. Sono stati chiamati i titolari dell´autosalone, che non hanno rilevato ammanchi. L´autosalone è stato piantonato dai Rangers per tutta la notte e ieri la vetrata è stata riparata, seppur in modo provvisorio. I danni non sono stati ancora quantificati.