Vandali, raid nell’area Fratelli

Il Giornale di Vicenza, 4 Ottobre 2017
Ancora danneggiamenti dopo quelli negli impianti sportivi di San Giacomo e i più recenti alle installazioni su Col Dante I vandali sono entrati all’interno degli edifici dismessi da decenni Allarme vandalismi a Romano: ora l’Amministrazione Bontorin è pronta a far scattare il giro di vite. In questi giorni i teppisti hanno colpito nell’area Fratelli, il sito in pieno centro a San Giacomo abbandonato oramai da decenni. Di notte, ignoti hanno scavalcato le recinzioni e dopo aver divelto le reti di protezione sono entrati negli edifici, infrangendo le finestre. Una volta all’interno, hanno avuto gioco facile. L’area, infatti, è ampia e nascosta alla vista, per cui chiunque può agire indisturbato. I teppisti si sono divertiti a distruggere i macchinari trovati, tra cui vecchi condizionatori e quadri elettrici. Non contenti, hanno imbrattato di scritte i muri e abbandonato bottiglie di alcolici ovunque, peggiorando quindi ancora di più la situazione di totale degrado già presente all’interno. A fare la scoperta, è stato l’assessore al patrimonio di Romano Mauro Salvemini, che da quando è stato eletto si reca in sopralluogo nel sito praticamente ogni settimana. Per l’Amministrazione, è ora di dire basta. Oltre nell’area Fratelli, infatti, nell’ultimo periodo i vandali hanno colpito anche ai campi sportivi di San Giacomo, dove si attende che la cooperativa di Marostica “La Goccia”, a cui è stata affidata la gestione degli impianti, prenda in mano la situazione. Per non parlare di quanto accaduto sabato notte sul col di Dante, dove i teppisti se la sono presa addirittura con le opere create dal collettivo Palladio Florist e ispirate alla Divina Commedia. Uno scempio che ha sconcertato l’intera cittadinanza. Ora il Comune intende ricorrere alle maniere pesanti. «Abbiamo deciso di affidare il servizio di vigilanza ai Rangers – riferisce Salvemini – che si occuperanno principalmente di sorvegliare l’area Fratelli e i campi di San Giacomo. Cercheremo così di evitare che simili episodi si ripetano. Purtroppo, queste aree sono particolarmente prese di mira da teppisti che si divertono a sporcare e a danneggiare le strutture».Per quanto riguarda i vandali che hanno colpito sul Col di Dante, sembra abbiano le ore contate. Grazie a uno scontrino ritrovato dalle forze dell’ordine, nel quale erano indicati luogo e ora dell’acquisto degli alcolici, le forze dell’ordine dovrebbero riuscire a identificarli. Nonostante gli interventi messi in atto, nell’ultimo consiglio comunale il gruppo di minoranza capeggiato da Massimo Ronchi ha attaccato l’Amministrazione per l’azzeramento delle risorse per la polizia locale e la sorveglianza.«In realtà – chiude l’assessore Salvemini – abbiamo tagliato soltanto tremila euro per minori previsioni di spesa».