Vigilanza armata nei parchi giochi

Il Giornale di Vicenza, 30 Giugno 2017
Due pattuglie per 10 ore al giorno. L’attività durerà un anno e costerà 100 mila euro ricavati dal fondoerogato dal Governo per i migranti. Il parco giochi di via Istria è una delle aree verdi che saranno sorvegliate dalle guardie giurate. COLORFOTO Finora sono state impiegate in particolare nelle ore notturne, con la decisione recente di estendere il servizio anche di giorno in un’area che ha lanciato più volte l’Sos, come Parco Città. Ora, le guardie giurate vengono reclamate anche nei parchi giochi. La loro presenza servirà da deterrente contro gli atti vandalici e avrà l’effetto, nelle intenzioni dell’amministrazione, di aumentare la percezione di sicurezza delle famiglie che frequentano le aree verdi. Il progetto è imbastito e nelle prossime settimane siconcretizzerà nell’avviso pubblico tramite il quale palazzo Trissino individuerà l’istituto di vigilanza che per un anno sarà chiamato a prestare servizio nei parchi.GIOCHI SORVEGLIATI. Visto il successo dell’attività di sorveglianza svolta dai Rangers nelle ore notturne, quella iniziata alla fine di dicembre, ora il Comune si prepara al bis. E con parte dei fondi arrivati per “ripagare” l’ospitalità offerta ai profughi, sarà allestito un nuovo servizio che questa volta interesserà i parchi giochi. «Alcune di queste aree – spiega l’assessore alla partecipazione Annamaria Cordova – sono state oggetto, anche di recente, di atti vandalici. Vogliamo che questo non accada più». Come? Investendo circa 100 mila euro per un’attività di sorveglianza diurna dei parchi, una quarantina in tutto, disseminati nei quartieri. I dettagli saranno messi a punto nei prossimi giorni, ma in linea generale, l’impegno delle guardie giurate sarà di una decina di ore al giorno (in inverno il monte ore sarà ridotto) per un anno. Due le pattuglie che svolgeranno sorveglianza “mobile”, spostandosi tra le proprietà del Comune. A dare supporto alla gestione del servizio sarà l’assessorato alla sicurezza con la polizia locale. «Saranno degli occhi in più puntati sulla città, che collaborano con le forze dell’ordine», osserva l’assessore Dario Rotondi che ha già tenuto a battesimo l’avvio del servizio di sorveglianza notturna attuato dal Comune attraverso i Rangers. Un’attività che si è estesa da poco anche a Parco Città, dove sono stati programmati controlli dalle 16 alle 20. Gli ultimi dati disponibili parlano chiaro: da dicembre alla fine di aprile il servizio ha portato a una segnalazione a notte. Uno strumento ritenuto importante dal momento che oltre ad essere di aiuto alla questura, le guardie giurate possono, come si è visto, essere utilizzate anche nelle ore diurne.CUSTODIA AUMENTATA. Non solo: con altri 20 mila euro, sempre attinti dai fondi erogati dal Governo e destinati alle amministrazioni comunali che ospitano richiedenti asilo nei loro territori, sarà «implementata dal punto di vista degli orari l’attività di custodia degli stessi parchi giochi», avverte Cordova. Sempre a proposito di parchi giochi, per 50 mila euro sono in programma le recinzioni delle aree di via Istria e via Baracca.