Zona Bassano – inseguimento ed arresto fuggiasco

La notte scorsa verso le 03.30, le pattuglie Rangers che operano nell’area del bassanese, su esplicita richiesta delle Forze dell’Ordine (Commissariato e Comando Compagnia Carabinieri di Bassano d. G.), hanno collaborato all’inseguimento di un fuggitivo a bordo di una Ford C-Max, lungo l’ S.p.47. Il soggetto, nel tentativo di seminare le Forze dell’Ordine, adottava un guida sempre più azzardata al punto da costituire un serio pericolo per se stesso e gli altri utenti della strada. In coordinamento con la centrale operativa dei Carabinieri di Bassano, le nostre pattuglie venivano impiegate per la chiusura di alcuni svincoli della S.p.47, nel tentativo di fermare il fuggitivo. Alle ore 03:43 la GPG Moresco, veniva speronata all’altezza dell’uscita Romano d’Ezzelino/Cima Grappa; il collega ne usciva fortunatamente illeso, la vettura 334T, tuttavia, riportava danni considerevoli. Dopo svariate inversioni di marcia e speronamenti ai danni delle autovetture di Polizia e Carabinieri, l’auto in fuga, trovando le uscite presidiate, procedeva in direzione Trento. Intanto le pattuglie T7 ed 8 partecipavano all’inseguimento lungo la Valsugana. Alle ore 04:15 le GPG De Luca e Montana, contattavano la C.O. riferendo di essere riuscite a bloccare l’auto, in località Ospedaletto (TN), consentendo alle Forze dell’Ordine la cattura del fuggitivo. Nelle suddette manovre, le due autovetture subivano danneggiamenti evidenti. Le due GPG venivano trattenute sul posto per i rilievi di rito. Ma la loro azione consentiva di garantire alla giustizia un fuggitivo.